fbpx

Voglio dire, voglio fare, voglio esserci.

Partecipa.

Il programma

 

Due giorni densi, coinvolgenti, partecipati, con ospiti di grande livello esperienze da tutta italia, possibilità di confronto, bellezza, momenti da vivere… prossimità!

Bologna 2017

La partecipazione agli eventi è libera e gratuita. Ma ti chiediamo di iscriverti compilando la scheda di partecipazione, è necessario per organizzarci al meglio e assicurare a tutti di poter prendere parte in modo confortevole e sicuro a tutti gli eventi. Bastano pochi minuti!

 

E' possibile partecipare a distanza?

NO, non è possibile! La prossimità non si ascolta, si vive insieme agli altri, incontrandosi, guardandosi, parlandosi e, per quanto possibile in sicurezza, abbracciandosi. Non è un convegno, è la Biennale della Prossimità! E poi, in fondo, dopo due anni dietro ad uno schermo… Prendiamo tutti questo treno per Brescia!

La mia organizzazione ha aderito, devo iscrivermi agli eventi?

Sì, con l’adesione la tua organizzazione ha condiviso il senso della Biennale, ora si tratta di organizzarci al meglio e di collocare gli eventi in sale sufficientemente capienti da ospitare tutti coloro che intendono partecipare. Quindi chiediamo a tutti di iscriversi appena possibile, ci aiuterà molto a fare in modo che questa Biennale della Prossimità accolga tutti nel modo migliore.

Le organizzazioni possono ancora aderire?

Le organizzazioni che hanno aderito entro il 31 marzo hanno contribuito con le proprie idee a dare forma ai temi su cui lavoreremo insieme nella Biennale ed oggi il programma è definito. Ma se la tua organizzazione condivide l’interesse per la prossimità, se pensi che la Biennale sia un’occasione preziosa di lavoro comune, puoi ancora aderire. Il costo è minimo, 200 euro, un piccolo psostegno per dire “voglio esserci!”, questa sfida è anche la mia! La tua organizzazione figurerà tra gli aderenti.

Vai alla pagina di adesioneVedi chi sono gli aderenti

Mi aspettavo che ci fosse un evento su quanto fa la mia organizzazione o di essere nel programma...

Avrai tante occasione per raccontare quello che fai nella Biennale e per ascoltare le esperienze degli altri. Tutti gli eventi che trovi nel programma prevedono ampi spazi di protagonismo, formali e spontanei, in cui raccontare le proprie pratiche. Non vogliamo piccoli spazi in cui ciascuno sale su un palco, ma che tutti abbiano tempo e occasioni per parlarsi, per entrare in relazione in modo autentico.

Come sono organizzati gli eventi?

Gli eventi sono di circa due ore e sono dedicati ad uno specifico tema, come vedi indicato nel programma. Sarà proposta una rifelssione iniziale, un’esperienza o un altro stimolo utile ad aprire la discussione; poi, almeno la metà del tempo sarà dedicata allo scambio tra le persone, a parlarsi, raccontarsi conoscersi, guidati da professionisti che sapranno aiutarci a far esprimere ciascuno e ad arrivare se possibile a condividere delle idee e delle poroopste su come far evolvere le politiche, le istituzioni ee la società nel senso della prossimità.

Il programma è definitivo?

La struttura del programma è definitiva. Ma, come potrai vedere, alcuni eventi devono ancora essere meglio descritti o alcuni ospiti devono confermare la presenza. Quando compilerai la scheda di iscrizione, dai alla fine il consenso ad essere aggiornato e riceverai tutte le informazioni del caso.

Dove posso dormire?

Brescia è piena di soluzioni ricettive e non avrai difficoltà a trovare ospitalità con i normali canali di prenotazione; sul programma generale trovi i luoghi della Biennale, tutti facilmente raggiungibili dal centro della città. Ma in tempi brevi il comitato locale indicherà alcune strutture convenzionate aiutandoti nella ricerca di soluzioni alloggiative.

A chi mi rivolgo per informazioni?

Puoi scrivere alla segreteria della Biennale della prossimità alla mail biennaleprossimita@gmail.com o puoi chattare o chiamare il numero 3409287120. Francesca Oliveri della segreteria nazionale potrà darti ogni informazione.

Tra le tante persone che saranno con noi…

… e molti altri volti si aggiungeranno nei prossimi giorni!

Ecco gli aderenti!

Ecco le organizzazioni che hanno aderito entro il 31 marzo alla Biennale della Prossimità! Grazie ai tenti videomessaggi hanno regalato a tutti noi un serbatoio di idee e di sensibilità che cercheremo di tradurre nel programma che sarà diffuso nei prossimi giorni. Ci stiamo lavorando!

Anche se gli elementi per comporre il programma sono a questo punto definiti, da oggi in avanti l’adesione rappresenta comunque un modo importante e concreto per sentirsi parte di questo percorso e per contribuire a realizzarlo.

Cos’è la Biennale della Prossimità

E’ un percorso partecipato che ha come esito la costruzione di un evento nazionale dedicato alla prossimità all’interno del quale le più interessanti esperienze di prossimità del nostro Paese si incontrano attraverso il confronto, l’arte, la testimonianza, la convivialità.

Prossimità è…

Consapevolezza

che almeno una parte delle risposte ai nostri bisogni e della realizzazione dei nostri desideri e aspirazioni è la stessa delle persone che ho accanto. 

Scelta

di cercare le risposte attraverso un’azione comune e condivisa insieme ad altre persone, dando quindi vita a “prodotti collettivi”, di tutti perché di nessuno.

Rimboccarsi le maniche

queste risposte richiedono almeno in parte di agire in prima persona, di auto-organizzarsi: non ci si limita a chiedere l’intervento delle istituzioni.

Bene comune

il prodotto dell’azione di prossimità non rimane un tesoro di chi lo ha costruito, è a disposizione anche di altri che si impegnino a svilupparlo.

La Biennale della Prossimità si terrà a Taranto
La Biennale della Prossimità si terrà a Taranto

Voglio dire, voglio fare, voglio esserci

La Biennale della Prossimità è frutto di un percorso partecipato che vede all’opera insieme:

  • Il percorso che ci porterà alla Biennale della Prossimità di Brescia del 10-12 giugno 2022 vede all’opera insieme
  • i Promotori nazionali, di cui fanno parte le organizzazioni che hanno fondato la Biennale della Prossimità e alcune grandi reti nazionali;
  • il Comitato locale, protagonista dell’organizzazione dell’evento, che porterà la sensibilità del territorio bresciano sul tema della prossimità;
  • gli aderenti, che condividono il percorso della Biennale della Prossimità e lo sostengono;
  • tutti quelli che parteciperanno all’evento, con la propria storia, le proprie esperienze, ascoltando, raccontando, confrontandosi, immergendosi nel clima della Biennale della Prossimità.

Grazie ai sostenitori della Biennale della Prossimità 2022!

Grazie anche a…

… che ospita le riunioni dei promotori nazionali

… che ci aiuta nella gestione dei gruppi di lavoro.

… che offre la copertura assicurativa per gli eventi.

Con la collaborazione del Comune di Brescia