Il percorso nazionale

Chi sono i promotori nazionali

I promotori nazionali sono i soggetti che hanno organizzato le precedenti edizioni e alcune reti nazionali che hanno scelto di impegnarsi nella diffusione della partecipazione alla Biennale della prossimità nella propria rete. Vedi qui chi sono i promotori nazionali della Biennale della Prossimità.

Sono interessato alla Biennale della Prossimità. Cosa devo fare?

Se sei una cooperativa, un’associazione, un comitato, un’impresa, un gruppo informale di cittadini che realizza azioni di prossimità o che è comunque interessato all’argomento, sei nel posto giusto. La Biennale della Prossimità sarà il luogo dove scambiare esperienze, trovare stimoli, conoscere buone prassi e condividere momenti di prossimità. Rimani collegato, perché verso fine anno si apriranno le iscrizioni! Iscriversi alla Biennale della Prossimità significa diventare protagonista con le proprie proposte e la propria esperienza alla costruzione di un prodotto collettivo, non appena saranno aperte le iscrizioni troverai su questo sito tutte le informazioni necessarie.

Cosa si sta facendo ad oggi sul livello nazionale?

Sono oggi già iniziate alcune azioni, anche se la parte più significativa del coinvolgimento inizierà di qui a poco con l’apertura delle iscrizioni. Ecco i cantieri aperti.

Il libro "Alla ricerca della prossimità"

Nei mesi del lockdown, quando la prossimità si viveva quotidianamente nell’aiuto alle persone sole e fragili, abbiamo intervistato alcuni “saggi” per sapere la loro opinione sulla prossimità.

Gregorio Arena, giurista e presidente di Labus – Leonardo Becchetti, economista – Carlo Borzaga, economista – Andrea Canevaro, pedagogista – Carola Carazzone, segretario generale di Assifero – Michele D’Alena, Fondazione Innovazione Urbana di Bologna – Vittorio Cogliati Dezza, Legambiente – Giovanni Devastato, sociologo – Luca Gori, costituzionalista – Leopoldo Grosso, psicologo e presidente onorario dell’associazione Gruppo Abele – Irene Inchingolo, Elisa Saggiorato e Simona Sordo, Fondazione Compagnia di San Paolo – Franco Marzocchi, presidente di AICCON, Sergio Pasquinelli, sociologo – Felice Scalvini, Leader di terzo settore – Andrea Volterrani, sociologo – Stefano Zamagni, economista – Flaviano Zandonai, sociologo – Armando Zappolini, sacerdote, già presidente di CNCA – Matteo Maria Zuppi, cardinale, arcivescovo di Bologna.

Ne è scaturito un libro oggi presentato o in via di presentazione in diverse città:  Lucca, Torino, Genova, Aosta, Bologna, Brescia.

L'attività di ricerca

Tutte le edizioni della Biennale hanno avuto come esito un’attività editoriale e di ricerca, che si trova raccolta nella Biblioteca della Prossimità.

Sono partiti i lavori di elaborazione legati alla nuova edizione che vedono la collaborazione del gruppo di ricerca della Biennale della Prossimità, dell’Università degli Studi di Brescia, dell’Università Cattolica e del Centro studi Socialis; si lavorerà sulla ricerca delle buone prassi e di cosa ci possono insegnare, sulla valutazione delle esperienze di prossimità e sulla prossimità come elemento in grado di far evolvere le politiche.